[La scelta Universitaria]

La scelta universitaria

Marco ha 18 anni ed è un ragazzo cresciuto in un piccolo centro di periferia, attualmente frequenta l’ultimo anno del liceo scientifico e vede gradualmente avvicinarsi il momento in cui dovrà decidere quale facoltà universitaria scegliere per il proprio futuro.

A scuola ha sempre ottenuto buoni voti, ma nell’ultimo periodo si sente molto stanco, annoiato e demotivato, inizia a trascurare le materie che più lo affaticano come la matematica ed il latino, mentre riesce a mantenere dicreti risultati nelle materie come la letteratura e la filosofia. Marco si sente in colpa per non riuscire ad ottenere buoni voti come in passato e comincia a riflettere sul perché non riesca a far fronte a questa sua crisi di energia. In questo periodo i genitori di Marco si fanno molto pressanti perché si aspettano dal figlio ciò che egli ha sempre dimostrato di saper fare e quindi non tollerano alcun calo di rendimento soprattutto in vista degli esami di maturità e della scelta universitaria.

Con il passare dei mesi l’intransigenza e la pressione esercitata dai genitori rende Marco ancora più disorientato e insicuro su come affrontare questa sua problematica, dato che egli non vuole deludere le loro aspettative; inoltre egli si rende conto che deve fare i conti con se stesso, fino a questo momento non si era mai chiesto perché alcune materie lo affaticassero particolarmente mentre altre richiedessero uno sforzo molto limitato per ottenere buoni risultati. In questo periodo Marco inizia ad accusare un calo di autostima dovuto alle crescenti richieste da parte degli insegnanti e della famiglia i quali pretendono un alto rendimento senza aiutarlo a comprendere cosa gli sta succedendo ed a superare lo stallo.

Nei mesi seguenti Marco partecipa con la classe a degli eventi di orientamento nei quali le università presentano i propri percorsi formativi. In primo tempo Marco si interessa alla facoltà di Economia, spinto soprattutto dai genitori che vorrebbero vedere Marco continuare l’attività imprenditoriale di famiglia, ed alla facoltà di Giurisprudenza che viene reputata una buona premessa per il successo del figlio.

Dal canto suo Marco non è per niente sicuro e per un periodo si convince che i consigli dei genitori siano i più validi, iniziando così a progettare un futuro come dirigente di azienda. Marco però viene percorso negli ultimi mesi dell’anno scolastico da numerosi dubbi e preoccupazioni su quale effettivamente potesse essere la scelta migliore, così chiede consiglio ad una zia la quale conoscendo il metodo Benziger propone una valutazione ed un colloquio con i consulenti del Team BTSA Italia.

Marco accetta volentieri ed esegue la valutazione BTSA dalla quale emerge un forte disorientamento con un calo di estroversione, accompagnati da uno stato emotivo negativo. Negli ultimi anni Marco ha lentamente abbandonato la propria Preferenza Naturale per impegnarsi e sforzarsi di ottenere il massimo in tutti i campi, perdendo gradualmente consapevolezza delle sue reali doti naturali, di ciò che lo entusiasmava e lo alimentava interiormente .

Marco possiede una Preferenza Naturale “Frontale Destra”, ama quindi la novità e la creatività, esplorare nuove possibilità e percorsi ma con il tempo è stato spinto a Falsificare il Tipo per guadagnare l’approvazione e la stima del suo ambiente, familiare e scolastico.

Nel suo percorso verso la maturazione Marco si è scontrato con i limiti posti dalla genetica, esperienza che ciascun individuo prima o poi sperimenta nella vita di fronte alle pressioni ed alle pretese dell’ambiente. I dubbi e le difficoltà che Marco ha vissuto erano normali e legittimi, semplicemente venivano dal proprio mondo interiore che gli comunicava la necessità di conoscersi meglio al fine di prendere la strada giusta, perché le risorse in quel momento non erano sufficienti per dare il 100% in tutte le direzioni.

L’analisi ed il colloquio hanno permesso di aiutare Marco a prendere coscienza di sé stesso e delle proprie qualità naturali, elementi sui quali egli stesso poi ha riflettuto ricavandone grande entusiasmo ed energia.

Marco ha finito il Liceo diplomandosi con un buon voto, durante l’estate si è confrontato con la propria famiglia ed ha deciso di iscriversi alla facoltà di Psicologia, nonostante i genitori non approvassero tale scelta.

Dopo due anni abbiamo rivisto Marco e gli abbiamo chiesto di sottoporsi nuovamente al BTSA per analizzare eventuali cambiamenti. Finalmente Marco aveva dato una giusta direzione ai suoi sforzi, adesso egli affronta le difficoltà con maggiore sicurezza, entusiasmo ed autonomia.

               Marco prima valutazione        Marco dopo due anni

                                   

Se hai più di 18 e meno di 25 puoi accedere alla valutazione BTSA a prezzo ridotto. Vai alla pagina d'acquisto.

Carrello

Non ci sono elementi nel tuo carrello.

Amici

 

Video