[Riferimenti scientifici]

K. Benziger, The Art of Using Your Whole Brain.

Presenta indicazioni per comunicare efficacemente. Esercizi che ti consentono di applicare il modello alla tua vita lavorativa, capendo al contempo:

  • Quali impieghi siano migliori per te e perché.
  • Quali impieghi siano un problema per te e perché.
  • Perché hai difficoltà a comunicare o lavorare con certi colleghi.

Storie ed esercizi che collegano il modello alla tua vita privata:

  • Facendo luce sui problemi tra familiari.
  • Proponendo idee per migliorare la qualità della tua vita domestica.
  • Proponendo idee per vivere coi tuoi figli e aiutarli.

K. Benziger, The BTSA User Manual (in corso di traduzione l'edizione italiana "Manuale di Utilizzo del BTSA").

Presenta una discussione completa sui seguenti argomenti:

  • Creazione e proprietà del BTSA.
  • La teoria alla base del BTSA.
  • Dettagli per somministrare il BTSA.
  • Richieste del BTSA.
  • Informazioni tecniche e statistiche su affidabilità e validità del BTSA.

K. Benziger, Falsification of Type. (in corso di traduzione l'edizione italiana "La Falsificazione del Tipo")

Testo innovativo. Presenta un'analisi approfondita della Falsificazione del Tipo dal punto di vista psicologico e fisiologico, soprattutto per quanto riguarda il suo ruolo nell'indebolire il sistema immunitario e l'autostima dell'individuo.

K. Benziger, Developing Positive Self-Esteem. (in corso di traduzione l'edizione italiana)

Introduce un approccio arricchente all'autoaiuto, per coloro che desiderano incrementare la propria autostima.

K. Benziger, Maximizing Individual and Team Effectiveness. (in corso di traduzione l'edizione italiana)

Presenta indicazioni specifiche per applicare il modello alla vita propria e degli altri. Questo manuale, inoltre, è un utile punto di raccordo con altra produzione sul tema, consentendo al lettore-utente di conoscere materiale utile in altre pubblicazioni e cassette di KBA.

K. Benziger, Overcoming Depression.(in corso di traduzione l'edizione italiana  "Vincere la Depressione")

Fornisce informazioni importanti e utili sulle basi psicologiche della depressione. Una serie di capacità per la vita che si sono dimostrate valide per superare la depressione.

C.G. Jung, Tipi psicologici, Harcourt, Brace & Company Inc., New York 1926.

Presenta un'approfondita trattazione di Jung su estroversione, introversione e sulle quattro modalità o funzioni: Pensiero (Frontale Sinistra); Percezione (Basale Sinistra); Sentimento (Basale Destra); Intuizione (Frontale Destra).

Testi che collegano comportamento e situazioni della vita al benessere, a cui la K. Benziger fa riferimento in Falsification of Type.

D. Chopra, Corpo senza età, mente senza tempo. Harmony Books, New York 1993.

Discute il collegamento critico fra l'invito a sostenere l'equilibrio omeostatico del corpo e il benessere, il ruolo giocato dallo stress nel sottrarre a una persona il suo equilibro neurochimico e il modo naturale e fondamentale di sostenere l'equilibrio e quindi il benessere, attraverso l'attenzione e la reazione ai messaggi del corpo in tutte le situazioni. Cosa che porta a percorrere coscientemente un sentiero di gioia e benessere crescenti attraverso l'equilibrio omeostatico.

M. Csikszentmihalyi, FLOW - La corrente della vita: psicologia del benessere interiore!, Harper Collins Publishers, New York 1991.

Nel tentativo del KBA di insegnare alle persone ad avere successo, imparare a usare le Competenze sviluppate che preferiamo dal punto di vista biochimico ci prepara per l'esperienza che Csikszentmihalyi chiama «corrente». L'aspetto interessante è che lo stesso Csikszentmihalyi sembra poco consapevole dell'esistenza biochimica naturale di una Preferenza, per non parlare della base fisiologica di introversione/estroversione, al punto da non essere in grado di spiegare perché gli individui provino la corrente durante una tale varietà di attività. Il suo lavoro è avvincente e divertente: così come con L'uomo che scambiò sua moglie per un cappello di O. Sacks, il lettore che ha già familiarità con il modello del KBA (le quattro modalità, Preferenza/Competenza, introversione/estroversione e adattamento o Falsificazione del Tipo) potrà capire di più dalla lettura de La corrente della vita.

B. Justice, Who Gets Sick: How Beliefs, Moods and Thoughts Affect Your Health, J.P. Tarcher Inc., Los Angeles 1987.

Eccellente libro che riassume il lavoro di diversi ricercatori di tutto il mondo. Si impegna a spiegare in che modo, a livello chimico, usando i sistemi di preservazione automatica delle componenti simpatiche e parasimpatiche del sistema nervoso autonomo, il tono emotivo di una persona è cronicamente impostato su rabbia, paura o dolore. La sovrapposizione fra quest'opera e il modello degli stili di pensiero del KBA è presentata in un'altra pubblicazione del KBA: Overcoming Depression. In generale, i meccanismi e i comportamenti appresi spiegati nel libro di Justice tendono, nella nostra società, a essere più spesso ad appannaggio delle persone introverse con Preferenza a Destra.

R.M. Sapolsky, Perché alle zebre non viene l'ulcera?, W.H. Freeman & Co., New York 1994.

Simile al volume di Chopra, ma molto più tecnico; si concentra sulla neurochimica dello stress, soprattutto sulla relazione fra glucorticoide e morte dei neuroni.

 

Altre letture correlate per chi si avvale del modello Benziger.


L.A. Cooper-R.N. Shepherd, Turning Something Over in the Mind, «Scientific American», Dicembre 1984, vol. 251, n. 6, pp. 106-115.

Discussione sul processo di creazione di immagini interiori e sulla rotazione delle immagini nel tempo e nello spazio. Uno studio notevole che indica la maggiore predisposizione a talune attività da parte di talune persone, rispetto ad altre.

T.E. Deal-A.A. Kennedy, Cultura d'impresa: riti e rituali nella vita aziendale, Addison Wesley Publishing Company 1982.

Uno splendido libro, ricco di aneddoti sui luoghi di lavoro, in cui i ruoli specializzati svolti da persone con Dominanze diverse sono descritti minuziosamente da un eccellente narratore. Anche in questo caso, l'autore ha scritto il libro senza utilizzare un modello che spiegasse che genere di persona svolgeva ciascun lavoro, tuttavia studiando l'intero ventaglio dei contributi necessari, si trovano rappresentati tutti gli aspetti del cervello.

G.M. Edelman, Sulla materia della mente, Harper-Collins Publishers, 1992.

Studio recente sulla relazione fra mente e sviluppo cerebrale.

G.M. Edelman, Wither Than The Sky, The Phenomenal Gift of Consciousness,  Yale University Press, 2004

Identifica il fatto che il cervello è "dipendente dal contesto" . Non è un semplice sistema logico come il computer che processa solo informazioni programmate, non produce output preordinati come un orologio. Piuttosto viene rappresentato come un sistema di selezione che, tramite il riconoscimento di patterns, mette insieme le cose in modi spesso nuovi. E' questo repertorio nel quale esegue la selezione che rende un individuo unico, che conta nell'abilità di creare poesie e musica, che conta per tutte quelle differenze  che   emergono dal medesimo apparato biologico - il corpo ed il cervello.

F. Farley, The "Big T" in Personality. «Psychology Today», maggio 1986.

Identifica due tipi di persone, caratterizzati fisiologicamente dal livello di risveglio: quelle che necessitano di poca stimolazione, tendenti a essere conservatrici e a rischiare poco, e quelle che necessitano di elevata stimolazione, tendenti invece a rischiare molto e a essere pensatori assai creativi. L'autore suggerisce poi che le persone che necessitano di elevata stimolazione, se stimolate a sufficienza fin da giovani, tendono a svilupparsi in grandi apportatori di contributi creativi alla società, mentre gli stessi individui, stimolati in modo insufficiente, tendono a diventare i «grandi criminali» della società.

F. Farley, Psychobiology & Cognition: An Individual Differences Model, in The Biological Bases of Personality & Behavior, Vol. 1, Hemisphere Publishing Corp.-McGraw Hill Int'l, New York 1985.

Descrive due tipi di comportamento "estremo": uno caratterizzato da un livello di risvegliabilità tipicamente basso (e, di contro, da un'elevata esigenza di stimolazione), l'altro da un livello di risvegliabilità tipicamente alto (e, di contro, da una ridotta esigenza di stimolazione). Così com'è identificato dal livello di attivazione del suo sistema di risveglio, il primo gruppo è caratterizzato da una «maggiore correlazione di processi cognitivi, maggiore trasferibilità di [...] rappresentazione» e da una capacità trasmutatrice superiore. Dal canto suo, il secondo gruppo è caratterizzato da una tendenza verso il pensiero sequenziale o seriale e da capacità trasmutatrici meno efficienti.

Freemen, Walter, How Brains Make Up Their Minds, Orion Books, 1999

Identifica  che il comportamento evolve nella continua interazione con il mondo verso lo stato futuro di un individuo richiede in modo prevedibile l'adattamento del corpo per supportare l'attività motoria intenzionale.

Richard Haier , Cortical Glucose Metabolic ate correlates of Abstract Reasoning and Attention Studied with PET . Department of Psychiatry and Human Behaviour, University of California, Irvine, January 1988

Evidenzia che l'analisi PET (Tomografia ad Emissione di Positroni)  effettuata  su  diversi cervelli che svolgono una varietà di compiti indica che le persone che sono "dotate" di una abilità utilizzano minor energia nello svolgere compiti che utilizzano quella abilità rispetto ad altri  non dotati inferendo perchè i loro cervelli sembrano molto più efficienti in quelle aree. Che l'uso della preferenza cerebrale risulta 100 volte più efficiente.

J. Hooper-D. Teresi, L'universo della mente, Laurel Press,

Studia le esperienze del divino che seguono alla repressione della serotonina, e il giudizio e l'iniziativa provenienti dai lobi Frontali.

M. Konner, L'ala impigliata: i condizionamenti biologici dello spirito umano, Holt, Rinehart & Winston, New York 1982.

Eniclopedica descrizione del sistema emotivo dell'uomo, con dettagli sul coinvolgimento di varie porzioni del cervello limbico in emozioni come rabbia e concupiscenza, vale a dire il complesso piacere/dolore. Discute anche il coinvolgimento degli elementi del cervello rettiliano quando implicati nel nostro sistema di risveglio e nel renderci disponibili le energie.

D. Loye, The Sphinx and the Rainbow, The New Science Library, Shambala Press, Boulder 1983.

Tratta il coinvolgimento dei lobi Frontali nel pensiero analitico e spaziale. Li individua quali sedi delle due capacità reputate necessarie per l'evoluzione: inibire o prevedere il nostro giudizio e iniziativa, oltre che eventuali future percezioni o atti volontari, che a suo dire richiedono la capacità di fissare obiettivi dei lobi Frontali Destro e Sinistro. Inoltre, osserva che la capacità di risolvere problemi trovando nuove risposte pertiene ai lobi Frontali. In relazione a ciò, Loye sottolinea più volte l'importanza della differenziazione fra lobi Frontali e Basali di ogni emisfero cerebrale.

Suggerisce che il pensiero spaziale e artistico abbia sede a Destra; che i gesti espressivi non verbali, fra cui intonazione e inflessione, siano gestiti da un'area Frontale Destra simmetrica rispetto all'area di Broca a Sinistra (che gestisce la parola). Suggerisce che la metafora sia una caratteristica modalità Destra. E inoltre che il tipo "dinamico/frettoloso" (descritto come Frontale) sia legato a un successo intuitivo negli affari.

Per quanto attiene alle regioni Basali della corteccia cerebrale, Loye suggerisce che esse siano non concettuali, più immediate e sensoriali. Poi aggiunge che i ricordi emotivi e non verbali sono immagazzinati nell'area Basale Destra.

Per quanto concerne la dicotomia Destro/Sinistro, l'Autore afferma che l'emisfero Destro assimila informazioni complessive, mentre quello Sinistro le elabora pezzo per pezzo.

Infine, riguardo alla formazione reticolare legata al processo di risveglio (cfr. F. Farley), Loye descrive il modo in cui essa suscita, nei lobi Frontali, un'onda di eccitazione all'arrivo di nuove informazioni, che stimola e concentra l'attenzione.

R. Minshull, How to Choose Your People, Scientology Ann Arbor, 1972.

Eccellente libro che descrive la gamma completa dei comportamenti influenzati e le implicazioni sulla scala dei toni. L'autrice è dotata di particolare buonsenso e fornisce esempi pratici tratti dalla sua esperienza lavorativa.

Robert Ornstein, Multimind: a new way of looking at Human Behaviour  , Ancor Books, DoubleDay, New York.

Eccellente libro che individua diverse aree dell'emisfero destro come dotate di funzioni specifiche includendo: lo spazio, i posti ed i volti; il muovere i mobili; realizzare sculture, riconoscere le forme, riconoscere i volti ed il loro linguaggio.

M. Persinger, Neuropsychological Bases of God Beliefs, Praeger, New York 1987.

Identifica un'esperienza fisiologica nota come TLT (temporal lobe transient), durante la quale è misurabile un'attività particolarmente intensa e rapida dei neuroni, che può essere associata a «esperienze del divino ed esperienze significative». L'autore afferma che tali esperienze possono essere frequentemente riscontrate negli epilettici del lobo posteriore e in tutti noi ogni due anni. Inoltre suggerisce, in base ai quattro grandi progetti di ricerca di cui si è occupato, come tali esperienze avvengano naturalmente subito prima della morte, nelle esperienze in cui è a rischio la propria vita e nei primi giorni di lutto dopo la perdita di una persona cara, come pure nel vivo di alcuni particolari generi di meditazione.

Karl Pribram, Brain and Perception: Holonomy and Structure in Figural Processing, Lawrence Erlbaum Associates, 1991

Identifica il ruolo delle Convessità Posteriori  nel processare, categorizzare e svolgere operazioni su o in accordo con l'esperienza sensoriale immediata. Distingue l'attenzione della convessità posteriore sinistra alla categoria di appartenenza ed ai bordi  (nome dell'oggetto, forma chiusa) da quella posteriore destra che si concentra sulle forme e sulle tonalità. Enfatizza il ruolo manageriale dei lobi frontali e quello dell'amigdala e del RAS (Reticular Activating System) nel consolidamento della memoria. Si veda anche la definizione di Debolezza Naturale e di Funzione Ausiliaria Naturale.

Karl Pribram, The Origin Of Sensory Bias in the development of Gender Differences in Perception and Cognition. Cognitive Growth and Development. Essays in Memory of Herbert G Birch .  Edited by Morton Botner Brunner, Mazel Publishers, New York, 1979

Identifica le differenze nei sistemi sensoriali dell'uomo e della donna e suggerisce che molte differenze cognitive tra l'uomo e la donna sono dovute alle differenze tra i sistemi cognitivi. Identifica anche differenze dei sistemi cognitivi dell'uomo e della donna.

R. Restak, Il cervello, Bantam Books, New York 1984.

Identifica le capacità concettuali, di principio e di giudizio dei lobi Frontali. Osserva che le capacità musicali naturali sono gestite dall'emisfero Destro. Commenta il coinvolgimento del lobo temporale nella funzione uditiva e del lobo parietale nei sentimenti. Attribuisce l'accesso ai ricordi, l'abilitazione della memorizzazione dei ricordi, le reazioni emotive e alcuni istinti di premura e gioco al cervello limbico.

R. Restak, The Brain has a Mind of Its Own, Harmony Books, New York 1991.

R. Restak, The Brain, The Last Frontier, Warner Books,

Tratta il sistema del risveglio in quanto legato alla regione rettiliana e ai lobi Frontali; osserva che i ricordi con elementi emotivi, come quelli di un'esperienza familiare, sono immagazzinati a Destra.

O. Sacks, L'uomo che scambiò sua moglie per un cappello (1970), Summit Books, New York 1985.

Tramite una serie di aneddoti su persone con abilità ridotte a causa di malattie o incidenti, oppure incrementate, in determinate aree sin dalla nascita, tratta la specializzazione funzionale del cervello. In particolare, suggerisce come un individuo il cui centro del linguaggio a Sinistra sia stato danneggiato possa reimparare a parlare impiegando l'abilità musicale dell'emisfero Destro. Propone anche che la capacità di ricordare un determinato volto o di riconoscere un'astrazione (caricatura) di quel volto sono situate in aree diverse, cosicché un danno alla prima non ne implica uno alla seconda.

L. Schrade-A. Potvin, Cognitive Style, EEG Wave Forms and Brain Levels (Report on Right-Left Cerebral Specialization). University of Texas, Human Management System 2, North-Holland Publishing, 1981.

Suggerisce che l'area (Frontale) Sinistra gestisce l'elaborazione analitica e logica, come la parole, mentre quella (Frontale) Destra gestisce il pensiero spaziale e artistico. Ipotizza inoltre che le persone con Preferenze differenziali tenteranno di elaborare i compiti nella propria area di Preferenza, indipendentemente dalla natura degli stessi, cioè dal grado di appropriatezza in base al quale il compito corrisponde alla modalità, mentre una persona con una gamma di Dominanza più ampia può indicare una selezione differenziale dell'attività, per cui seleziona e utilizza la modalità "regionale" più adeguata al compito.

«Scientific American», Special Issue: Mind and Brain, Settembre 1992. Un aggiornamento di oltre 140 pagine sulle scoperte e le intuizioni di inizio anni Novanta. Sono incluse analisi sul ruolo del cervello per quanto riguarda sesso, lungimiranza, memoria, apprendimento, linguaggio, disturbi, sviluppo e coscienza. Molti punti fondamentali sono comparabili al modello del KBA.

S.J. Segalowitz, Two Sides of the Brain, Prentice Hall, Englewood Cliffs

Individua l'articolazione del linguaggio (parola) come una funzione gestita principalmente dal lobo Frontale Sinistro, come da ricerche di Kimura. Osserva che la precisione nelle capacità psicomotorie è attribuibile all'area Frontale Sinistra. Situa l'espressività nell'area Frontale Destra. Situa la memoria dei suoni non verbali, come il vento o la brezza, lo scorrere dell'acqua o il pianto di un bambino, nell'area Basale Destra. Osserva che l'area Basale Sinistra è fortemente legata al pensiero sequenziale o alla sequenziazione delle informazioni.

A. Smith, The Mind, Viking Press, New York

Constata che le informazioni ritmiche come la musica sono elaborate dall'area Destra temporale/Basale, sebbene per le persone con un'istruzione musicale (formale) tale funzione venga elaborata principalmente nell'area Frontale Sinistra.

Achard S, Bullmore E (2007) Efficiency and cost of economical brain functional networks. PLoS Comput Biol 3(2).

Bassett DS, Bullmore ET, Meyer-Lindenberg A, Apud JA, Weinberger DR, Coppola R. (2009) Cognitive fitness of cost-efficient brain functional networks. Proc Natl Acad Sci U S A 2009;106:11747–11752.

 
ARTICOLI:

  1. Using BTSA to enhance Leadership and workplace effectiveness.Three applied case studies - Team BTSA Italia 2009

       Per ricevere questo articolo scrivi a info@btsa.it

 

Carrello

Non ci sono elementi nel tuo carrello.

Amici

 

Video